Sostegno all’economia locale

Numerosi studi hanno dimostrato che ogni euro speso nel circuito dell’economia locale, circola nuovamente dentro lo stesso circuito locale, quando si acquista in un negozio di proprietà a livello locale rispetto a una catena nazionale o internazionale.

Sia la proprietà Locale che quella Nazionale/Internazionale, entrambi, assumono lavoratori locali, ma i negozi locali sono molto più propensi ad avvalersi di servizi per le imprese locali (graphic designer, avvocati, consulenti, etc), di utilizzare fornitori locali (biancheria, forniture per ufficio, prodotti alimentari, ecc), di donare a enti di beneficenza locali e partecipare attivamente alla locale realtà.

Incoraggiare il consumo in proprietà locali e soprattutto prodotti e servizi locali, non significa incoraggiare il protezionismo, bensì di incoraggiare il consumo consapevole, che  in molti casi ha dato dei benefici evidenti all’economia locale.

Non vorrei incoraggiare un amico a trascorrere molto più tempo in un negozio di proprietà locale per lo stesso prodotto, ma se il prezzo è circa lo stesso, probabilmente è nel suo interesse favorire il negozio locale, anche quando il prezzo è leggermente superiore.

Quando l’attività commerciale sceglie di avvalersi di servizi e prodotti dell’economia locale, gli effetti possono essere diversi, tra cui minor chilometri percorsi e prezzi vantaggiosi, oltre ad accrescere le relazioni tra persone ed aziende locali.

Economia Locale

Torresina è un zona di Roma assai lontana dal circuito economico del cuore della città storica, dove i negozi e i servizi sono ormai sviluppati ed hanno un loro equilibrio. La realtà di una zona come Torresina ha necessità di sviluppare una sua economia, che apporti valore aggiunto alla propria economia locale e alle imprese locali, per poi creare un volano economico che faccia accrescere la richiesta di posti di lavoro di persone locali e non.

Del resto, quanti di noi per andare a lavorare utilizzano la propria auto e fanno diversi chilometri all’anno, solo per recarsi al lavoro? Una vettura di media cilindrata, costa fino a 0,50 euro/km, quindi, per uno chilometraggio di circa 20.000km/anno, l’economia locale viene depauperata di circa 10.000,00 euro.

Se, poi si considera che, un pasto mediamente è di circa 6,00 euro, ed un impiegato, lavora mediamente 200 giorni l’anno lontano dal proprio domicilio, allora si sommano altri 1.200,00 euro.

Una perdita netta per l’economia locale di oltre 11.200,00 euro l’anno, che potevano essere spese nel circuito locale.

Non penso che si possa radicalmente stravolgere la propria vita ed il proprio lavoro, ma pensare che basterebbe cambiare alcuni piccoli gesti quotidiani per invertire la rotta di un sistema sbilanciato radicalmente verso una sola parte.

Thursday, April 22, 2010 Giovedi, April 22, 2010

Share via: Facebook | Buzz | Twitter Condividi con: Facebook | Buzz | Twitter

Neighborhood’s a craphole? Quartiere è un craphole? Are you shopping locally-owned? Sei shopping a livello locale di proprietà?

A number of studies have shown that more of each dollar you spend circulates back into your local economy when you shop at a locally owned store vs. at a national chain. Numerosi studi hanno dimostrato che più di ogni dollaro speso circola nuovamente dentro la vostra economia locale quando si acquisti in un negozio di proprietà a livello locale rispetto a una catena nazionale. Both hire local employees, but local stores are much more likely to hire local business services (graphic designers, lawyers, consultants, etc.), to use local suppliers (linens, office supplies, food, etc), and to donate to local charities. Entrambi assumere lavoratori locali, ma negozi locali sono molto più propensi ad assumere servizi per le imprese locali (graphic designer, avvocati, consulenti, etc), di utilizzare fornitori locali (biancheria, forniture per ufficio, prodotti alimentari, ecc), e di donare a enti di beneficenza locali .

Inserisci un commento