Therence Hill derubato dei “ricordi”

Niente da fare. Nemmeno Therence Hill è riuscito a proteggere il proprio portafoglio dalle mani leste dei borseggiatori. L’attore di ‘Don Matteo‘: ”Avevo nel portafoglio una foto a cui tenevo molto e delle lettere che per me hanno un valore inestimabile”. E’ quanto si dice abbia riferito. Purtroppo il pensiero va verso il figlio Ross prematuramente scomparso in un incidente stradale nel 1990, forse una foto o qualcosa che lo ricordi era nel portafogli?.

Questa disavventura di Therence Hill, mi fa pensare a quanto siano a volte più importanti degli oggetti di valore “assoluto” inesistente quando questi ti vengono a mancare. Per quanto sia lecito pensare che un oggetto o una fotografia non possono avere un “valore”, se non quello che tu gli assegni involontariamente.

A quanti è mai accaduto di perdere o essere derubati di un ricordo? Un oggetto o anche un luogo. Ad esempio il paese di provenienza dei propri genitori o la via dove hai abitato da bambino o la casa dei tuoi genitori., magari stravolti da insensate scelte urbanistiche o abbandonati al degrado.

Ecco, proprio di questo “valore delle cose” che oggi vorrei parlare.

Se, non si curano le cose che ci stanno intorno, il rischio è che i ricordi si “perdano”, si cancellino o peggio, si dimentichino. Prenderci cura dei ricordi è un dovere, prima che un piacere. Purtroppo, però, la vita frenetica di tutti i giorni non ci da spazio alla “cura dei ricordi“.

Oggi, si fa molto uso di fotocamere digitali, quindi, magari una foto è riproducibile all’infinito, anche tra diversi anni. Ma, il problema è ancora la cura degli archivi, quanti, magari ingenuamente ripongono i loro ricordi su Hard Disk non sanno che questi non sono poi così sicuri e che i loro ricordi possono svanire in un bicchier d’acqua? Le aziende si organizzano con sofisticati sistemi di backup e disaster recovery, ma a casa? Cosa possiamo fare?

Per quanto concerne le attività di salvaguardia dei dati in casa vi sottopong un esempio di facilissima realizzazione:

  1. Prima di tutto, non salvare mai sulla cartella \documenti i dati importanti, quali fotografie o documenti personali;
  2. Dividete il disco del vostro PC in due o tre partizioni
    1. Nominatele Disco C: (WinXP), Disco D:(Dati) e Disco E:(Image)
  3. Sul Disco C: (80GB) salvate solo i programmi e i file di uso temporaneo
  4. Sul Disco E:(50GB) salvate le “immagini del disco C:”
  5. Sul Disco D:(Il resto dello spazio) salvate i vostri dati, foto e documenti
  6. Acquistate un Disco rimovibile/USB di adeguata capacità di spazio
  7. Acquistate/scaricate un programma di Partition e Backup tipo: Acronis, Eaesus o altri

Creare un backup del vostro sistema operativo, regolarmente, la frequenza dipende dall’uso che ne fate del computer, per uso domestico, se non installate frequentemente programmi è bene creare un immagine (copia dei dati9 almenouna volta completa, e parziale una volta al mese.

Se invece siete dei professionisti, vi consiglio vivamente di farvi seguire da un professionista.

Buon Disaster Recovery a tutti.

Inserisci un commento