Roma entra nella mela…

Sindaco Alemanno e l'assessore Cavallari

Roma, 14 giugno – Il Comune di Roma sbarca sull’ iPhone. La nuova applicazione permette a chiunque possegga un iPhone di ricevere gratuitamente le notizie del portale capitolino. Per farlo si deve scaricare l’applicazione Roma 1.0 dall’Apple store. La novità è stata illustrata in occasione del convegno ICTQR (Ict sta per Information and Communication Technology), organizzato al complesso di San Michele a Ripa dal Comune lo scorso 10 giugno. Il Comune di Roma è la prima amministrazione pubblica in Italia ad attivare questo genere di servizio. Gli utenti dell’iPhone, circa 1milione e 800mila in tutta Italia e circa 300mila solo a Roma e provincia, possono così visualizzare le notizie pubblicate su questo portale. Nella versione per iPhone è presente anche una pagina dedicata ai numeri utili del Comune.

Il Convegno ICTQR, alla sua seconda edizione e organizzato con i maggiori partner industriali del Comune in rappresentanza di tutte le aziende ICT che collaborano con l’amministrazione capitolina, è stata l’occasione istituzionale per la presentazione della seconda relazione annuale sullo “stato dell’arte” dei servizi destinati a cittadini e imprese, che impiegano le tecnologie informatiche e delle telecomunicazioni.

“Ogni sforzo che viene fatto serve per aumentare la trasparenza, l’interattività e il contatto diretto tra il cittadino e le istituzioni – ha sottolineato il Sindaco Gianni Alemanno – E’ un processo di democrazia. Vogliamo usare le moderne tecnologie come uno strumento di partecipazione e porci ai vertici della modernizzazione e innovazione globale. È inutile che Roma insegua le altre capitali, deve fare un salto tecnologico per sviluppare l’innovazione e per risolvere i suoi limiti”.

“Roma si dimostra sempre più capitale della governance: dopo l’avvio della certificazione anagrafica online, il Campidoglio sbarca sull’iPhone. Grazie a questo servizio, novità assoluta per una pubblica amministrazione in Italia, gli utenti possono visualizzare sull’iPhone tutte le notizie pubblicate sul Portale istituzionale, circa 500 al mese, nonché i numeri utili del Comune di Roma”. Queste le parole dell’assessore ai Servizi tecnologici e Reti informatiche, Enrico Cavallari, a margine del Convegno.

L’obiettivo di ICTQR è stato quello di offrire in assoluta trasparenza alla città, agli operatori di mercato e alle istituzioni, un luogo nel quale condividere e rendere conto di un anno di intensa attività, nel quale il Comune ha governato il delicato passaggio verso un modello di erogazione di servizi on line coerente con piani di e-government nazionali. Infatti, partendo dall’intesa sottoscritta dal sindaco Alemanno e dal ministro Brunetta per il piano di e-government 2012, l’ Amministrazione ha concentrato i propri sforzi sui progetti individuati per il triennio ed ha portato a termine le prime importanti realizzazioni.

Il cuore è proprio nelle pagine del nostro portale, che dovrà sempre più supportare in chiave interattiva la maggior parte dei servizi abitualmente erogati dagli sportelli fisici del Comune. Il portale istituzionale del Comune, che ha registrato in un anno un incremento del 130 per cento delle visite, sta evolvendo verso la multicanalità garantendo la disponibilità dell’informazione sui personal computer, sui telefoni, sui cellulari e sui televisori domestici. Fra i servizi on line avviati dal Comune, d’intesa con il Ministero dell’Interno, i certificati anagrafici, che alleggeriranno la mole di lavoro degli uffici che attualmente rilasciano oltre 1.700.000 certificati cartacei l’anno. Altri servizi on line sono in corso di avvio e incrementeranno l’interattività del portale con la Posta elettronica certificata (Pec) che consente comunicazioni personali al cittadino.

Il Comune ha, inoltre, consolidato e ottimizzato l’infrastruttura ICT con interventi tecnologici (potenziamento del Data center, disaser recovery etc) e organizzativi intesi a migliorare le modalità d’uso degli strumenti.
In particolare sta procedendo rapidamente il progetto di dematerializzazione, che prevede in 18 mesi la completa digitalizzazione della corrispondenza (oltre 5 milioni e 300 mila documenti l’anno protocollati in 82 aree di smistamento) e la sperimentazione dei servizi di Unified Communication che renderanno efficaci ed integrate le comunicazioni fra oltre 15.000 telefoni, altrettanti Pc e i cellulari in una visione unica di voce, mail, immagini.
I risultati ottenuti, poi, non sarebbero stati possibili senza l’attenzione rivolta alle risorse umane dedicate all’ICT comunale, con l’istituzione della “famiglia informatica” e il piano di adeguamento degli organici, che consentirà di gestire il naturale turnover del personale, mettendo in condizione il Comune di gestire uno dei sistemi ICT più complessi della Pubblica amministrazione, affiancando Dipartimenti e Municipi con risorse qualificate.

Fra le curiosità: sul folder della cartella del Convegno è stato stampato un codice QR per visualizzare la versione del Portale anche per tutti gli altri smart phone di ultima generazione. Ai partecipanti è stata inoltre distribuita una chiave Usb con la Relazione annuale 2010 e l’Annuario statistico 2009, evitando così il consueto consumo di carta ed energia. E’ stato possibile, infine, seguire i lavori in diretta video streaming direttamente dalle pagine del Portale istituzionale. 

Inserisci un commento