Gruppo Scout AGESCI Roma 122

Ciao a tutti! Siamo il Gruppo Scout AGESCI Roma 122.

Alcuni di voi ci avranno conosciuto domenica 10 ottobre, in occasione della festa di Torresina: abbiamo partecipato alla S. Messa e ai giochi del pomeriggio e, inoltre, i nostri ragazzi più grandi hanno dato vita a uno spettacolo di sbandieratori.

Il gruppo è composto da varie unità, ognuna delle quali educa bambini e ragazzi di età diversa, attraverso il metodo scout.

Siamo presenti in due parrocchie: Gesù Divin Maestro, in via Vittorio Montiglio, sulla Pineta Sacchetti, e San Filippo Neri in via Martino V, zona Boccea.
Abbiamo due branchi (bambini tra gli 8 e gli 11 anni), due reparti (adolescenti tra i 12 e i 15 anni), un noviziato ed un clan (giovani tra i 16 e i 21 anni).
I bambini del Branco sono “lupetti e lupette” che attraverso le storie di Mowgli, cresciuto tra i lupi, nel famoso “Libro della giungla” di Rudyard Kipling, imparano a vivere insieme, con lealtà e gioia, scoprono la natura, e iniziano a conoscere se stessi e gli altri.

I ragazzi del Reparto sono “esploratori e guide”, che vivono l’avventura, e iniziano a gestire il loro tempo e le relazioni tra coetanei. Vivono all’aria aperta, imparano le tecniche scout attraverso cui realizzano grandi imprese.
I giovani del Noviziato e del Clan sono “ rover e scolte”, ragazzi che si apprestano a diventare uomini e donne, scegliendo di vivere la propria vita alla luce della Legge Scout e del Vangelo.

Tra i tanti strumenti educativi, abbiamo scoperto, circa venti anni fa, l’arte della bandiera: i ragazzi del Clan imparano l’importanza del gioco di squadra, dell’impegno e della responsabilità. Quest’attività è uno dei fiori all’occhiello del nostro gruppo, in quanto ci permette di farci conoscere, di entusiasmare i ragazzi, e di autofinanziarci. Quest’anno inoltre abbiamo anche compiuto un passo molto importante: ci siamo presentati alla LIS (Lega Italiana Sbandieratori) e possiamo dire con orgoglio di essere l’unico gruppo di sbandieratori di Roma.

Le unità sono guidate della Comunità Capi, adulti volontari, che hanno deciso di dedicare il loro tempo all’educazione dei ragazzi, tramite il metodo scout, ricco di molti strumenti educativi.

L’educazione del carattere e della personalità, basata sulla forza d’animo, lo spirito di avventura e lo spirito di servizio, è forse l’investimento più grande per un ragazzo nell’età evolutiva.
L’educazione all’autonomia: dove trovate oggi un’associazione che dà ai ragazzi la possibilità di sperimentarsi come veri e propri adulti, cimentandosi con difficoltà di ogni tipo per raggiungere insieme un obiettivo? Trovare soluzione ai problemi, si sa, sviluppa l’intelligenza.
L’educazione ai Valori, su cui poter costruire un carattere forte, basato sul Vangelo e sulla Legge Scout.
L’impegno e la partecipazione sociale, che si manifesta con un’attenzione particolare al territorio in cui viviamo e nell’aiuto concreto e costante che abbiamo portato e portiamo in tante situazioni di bisogno.

Il prezzo richiesto è tempo e sudore, nella consapevolezza che se vuoi realizzare qualcosa di bello devi costruirlo con fatica: è una lezione imparata da più di 1500 ragazzi che sono passati per il nostro gruppo.

Che l’esperienza scout rimanga salda nel cuore delle persone (“Semel scout semper scout”) lo testimonia la grande partecipazione nei momenti di celebrazione che organizziamo ogni 5 anni, momenti ai quali intervengono i nostri ormai adulti ex ragazzi sparsi in tante regioni d’Italia.
 
SE SEI INTERESSATO A CONOSCERCI MEGLIO CHIAMACI:
06/35504049 lunedì, mercoledì, venerdì dalle 16 alle 18

Oppure scrivici: giorgiacassano@hotmail.com

Inserisci un commento