22 giugno, sciopero dei trasporti pubblici

Sarà un venerdì caldo anche per i trasporti il prossimo 22 giugno, a causa dello sciopero nazionale dei mezzi pubblici di trasporto urbani e interurbani; uno sciopero generale che vede coinvolte anche le attività di trasporto aereo, marittimo e ferroviario.

L’agitazione, che riguarda tutto il territorio nazionale fatta eccezione per l’Emilia Romagna, avrà una durata di 24 ore con orario che va dalle ore 21.00 di giovedì 21 alle ore 21.00 di venerdì 22 giugno 2012. Per quanto riguarda il servizio di trasporto locale come Bus, Tram e Metro, questo avrà modalità e fasce orarie differenti a seconda della città , mentre per quanto riguarda i passeggeri delle Ferrovie dello Stato, verranno rispettate le consuete fasce orarie garantite.

A Roma, quindi, si prevedono disagi per coloro che viaggiano su bus, tram, metropolitane e ferrovie urbane Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo.

Saranno ovviamente rispettate le fasce orarie a garanzia degli utenti, da inizio servizio e sino alle 8,30 e tra le 17 e le 20. Mentre lo stop alla circolazione dei mezzi pubblici potrà scattare dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio. Per il servizio gestito da Atac (bus, tram, metrò e ferrovie regionali), tuttavia, la protesta inizierà alle 9 e non alle 8,30. Per quanto riguarda le linee bus gestite da Roma Tpl l’interruzione partirà alle 8,30.

Anche il servizio dei bus notturni potrà subire  riduzioni di corse nella notte tra giovedì 21 e venerdì 22.

La protesta, inoltre,  potrà determinare interruzioni del servizio nelle attività rivolte al pubblico dell’Agenzia Roma servizi per la mobilità: sportello al pubblico di piazzale degli Archivi 40, box informazioni di Termini e Fiumicino, check-point bus turistici di Aurelia, Laurentina e Ponte Mammolo.

Fonte: Atac

Inserisci un commento