Torresina cuccù… E il Porta a Porta non c’è più!

Torresina cuccù… E il Porta a Porta non c’è più!

raccolta differenziata Municipio Roma XIV
“E’ questione di settimane e inizierà #lanostrarivoluzione: partirà il potenziamento della raccolta differenziata e conferiremo i nostri rifiuti dividendo in 5 frazioni: umido (scarti alimentari), plastica e metallo, vetro, carta-cartone-cartoncino e indifferenziato (tutto ciò che non riusciamo a dividere nelle altre 4 frazioni). Cambieremo abitudini nell’interesse del decoro, della nostra salute, di Roma e delle sue casse.”
Manca poco all’avvio del potenziamento della raccolta differenziata nel Municipio XIV; Ivan Errani, assessore all’ambiente, riqualificazione urbana e turismo del Municipio Roma XIV, lo ha chiarito bene il 10 settembre in un comunicato (sotto riportiamo il testo integrale della sua dichiarazione). Sapevamo che sarebbe partita in autunno e la notizia viene confermata; sapevamo che ci sarebbero state due diverse modalità di raccolta differenziata, “Porta a Porta” e “Stradale” ma non erano chiare le zone coinvolte, adesso lo sono: i grossi quartieri popolari ed i nuovi insediamenti interni al GRA, Torresina compresa, restano fuori dalla raccolta Porta a Porta.  La linea di demarcazione tra i due tipi di differenziata é sulla Trionfale altezza Via Pasolini, per cui il Porta a Porta si farà nei quartieri di Palmarola e Ottavia.
Non spariranno i fatidici cassonetti dalla strada ma, al contrario, aumenteranno e diventeranno 5, con l’aggiunta dell’umido e della campana del vetro che torna separata dalla plastica ed i metalli. E’ lo stesso tipo di raccolta in corso in gran parte del Municipio XIII, a partire dalla confinante via di Torrevecchia (dopo il supermercato Lidl).
AMA sta predisponendo l’invio di una lettera ai residenti, dove ufficializzerà il passaggio al nuovo modello di raccolta e indicherà tempi e modi. Nelle prossime settimane sarà distribuito il kit (biopattumiera e buste) per la raccolta domestica ed i depliant informativi.
Beh… Che dire… Ci siamo rimasti un po’ male. Avevamo davvero pensato che questa fosse la volta buona per il Porta a Porta (PaP) a Torresina… Ma per farlo, non servono solo buone intenzioni, serve anche un maggior numero di operatori dell’AMA; nei mesi passati, il personale AMA del nostro Municipio è stato letteralmente “saccheggiato” dai Municipi che per primi sono partiti con la raccolta differenziata spinta e questo ha creato non pochi disagi sia ai residenti che agli operatori stessi poiché sono stati costretti a lavorare con pochi uomini e mezzi, sotto lo sguardo impietoso dei cittadini contribuenti.
La raccolta differenziata stradale sarà comunque un ottimo banco di prova, una fase di passaggio, più o meno lunga, verso il Porta a Porta. E se si riuscisse ad interrare pure qualche cassonetto, magari nei quartieri in fase di costruzione (vedi Torresina 2), sarebbe una gran bella notizia oltre che per l’ambiente, anche per il decoro.
Roma, 10/09/2014. “E’ questione di settimane e inizierà #lanostrarivoluzione: partirà il potenziamento della raccolta differenziata e conferiremo i nostri rifiuti dividendo in 5 frazioni: umido (scarti alimentari), plastica e metallo, vetro, carta-cartone-cartoncino e indifferenziato (tutto ciò che non riusciamo a dividere nelle altre 4 frazioni). Cambieremo abitudini nell’interesse del decoro, della nostra salute, di Roma e delle sue casse.
Di seguito trovate la cartina del Municipio divisa in due zone: la verde (Palmarola, Ottavia, Selva Candida, Selva Nera, Tragliatella, Piansaccoccia, La Storta, Casal del Marmo) dove spariranno TUTTI i cassonetti ed effettueremo la raccolta porta a porta e la zona rossa (Monte Mario, Primavalle, Torrevecchia, Balduina, Medaglie d’Oro) dove manterremo i cassonetti ma ottimizzeremo il loro numero e razionalizzeremo il posizionamento per venire incontro alle esigenze dei cittadini. Anche i cittadini che abitano nella zona rossa differenzieranno in 5 frazioni: cassonetto bianco (carta), marrone (umido) campana verde (vetro), blu (plastica e metallo) e nero (indifferenziato).
In questi giorni AMA sta predisponendo l’invio di una lettera che ufficializzerà il passaggio al nuovo modello di raccolta e indicherà tempi e modalità. Nelle prossime settimane sarà distribuito il kit (biopattumiera e buste) per la raccolta domestica e i depliant informativi sul corretto uso del nuovo modello, con il calendario di raccolta nella zona verde (porta a porta). Domani alle ore 16 è convocata in Municipio la Commissione urbanistica, mobilità, ambiente, verde e parchi per mettere al corrente le consigliere e i consiglieri sul piano e sulla strategia comunicativa di AMA: vele, spot televisivi e radiofonici, volantinaggi nelle vicinanze delle stazioni RFI e capolinea ATAC, punti informativi nei centro commerciali, nelle sedi del Municpio, nei centri anziani, nelle manifestazioni culturali e sportive, nelle “vie dello shopping”.
Sono previsti modelli di raccolta specifici per commercianti, centri commerciali, enti, grandi utenze, ospedali e cliniche, uffici pubblici e privati di grandi dimensioni. E’ #lanostrarivoluzione e dobbiamo essere pronti. Faremo in modo che AMA sia infallibile e inflessibile con chi trasgredisce alle norme, daremo il nostro supporto ai cittadini in tutte le forme e modalità a noi permesse dalle nostre funzioni e responsabilità, ma i veri attori del cambiamento saranno tutti coloro che vivono nel nostri quartieri. Forza, ce la faremo e dichiareremo finalmente scacco matto al degrado.” (Ivan Errani, Vicepresidente del XIV Municipio di Roma Capitale e Assessore all’ambiente, riqualificazione urbana e turismo, ivan.errani@comune.roma.it )