AMA, Potenziata raccolta ingombranti abbandonati

AMA, Potenziata raccolta ingombranti abbandonati

ama_rifiuti_abbandonati

Potenziato il servizio di raccolta dei rifiuti ingombranti abbandonati illecitamente e aumentate le sanzioni a 600€

Ama rafforza il servizio di raccolta dei rifiuti ingombranti abbandonati illecitamente sul suolo pubblico, potenziandolo da lunedì 18 luglio con altre squadre. Il servizio aggiuntivo di rimozione di tali rifiuti – di piccole, medie e grandi dimensioni, particolari e Raee (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) – verrà svolto, in orario notturno, tutti i giorni dal lunedì al venerdì e sarà operativo nelle cinque le aree territoriali della Capitale: Centro, Nord, Sud, Est, Ovest con l’impiego inizialmente di 5 squadre che saliranno progressivamente a 24, con l’impiego di 12 mezzi idonei alla raccolta. Ama ricorda che, in ogni caso, è assolutamente vietato abbandonare qualunque tipo di rifiuto su strada.
La task-force, predisposta per contrastare gli effetti del malcostume di abbandonare su strada materiali che dovrebbero essere conferiti correttamente, sarà attiva per tutta l’estate e fino a quando sarà espletata anche la nuova gara Ama per riattivare anche il servizio di ritiro a domicilio “Riciclacasa” gratuito e a pagamento. Gli equipaggi dedicati esclusivamente ai rifiuti particolari e di grandi dimensioni saranno dotati di sistema di rilevazione GPS, che consentirà la tracciabilità dei percorsi ed il monitoraggio dei siti oggetto di abbandono frequente. Per l’abbandono di questi materiali sono previste multe fino a 600 euro.
Ama ricorda che per smaltire gratuitamente i rifiuti elettrici ed elettronici, particolari e ingombranti (mobili, materassi, ecc.) sono aperti i 14 Centri di Raccolta, dislocati su tutto il territorio cittadino. La capacità ricettiva di queste strutture pubbliche, grazie alle quali nel solo 2015 sono state raccolte e avviate a riciclo oltre 47mila tonnellate di materiali vari, verrà potenziata incrementando i ritiri da parte delle piattaforme di recupero autorizzate. L’azienda è impegnata, tramite i propri agenti accertatori, a sanzionare i comportamenti scorretti e darà tutto l’apporto necessario ai vigili per attuare le forme repressive previste dalla legge. Si ricorda che, grazie alle segnalazioni delle strutture territoriali dell’azienda dei servizi di igiene urbana e alle indagini della Polizia locale di Roma Capitale, nell’estate di due anni fa venne scoperto un vero e proprio sistema di “scarico” abusivo di materassi da parte di rivenditori nel quadrante Pigneto-Torpignattara.

15/07/2016