Festival Gian Maria Volonté

Festival Gian Maria Volonté: raccontiamo storie di cui la strada ha bisogno

MuracciNostri

Dall’1 al 4 settembre 2016 Muracci Nostri presenterà il Festival di Arte di Strada di Primavalle “Gian Maria Volonté”, a Roma.

Sarà costruito un percorso nel quartiere di Primavalle che lascerà qualcosa di importante alla comunità. Troverete rose e storie nelle nostre opere e nei nostri interventi. E’ poco, ma è tutto quello che possiamo fare, dal basso, ora. E’ quello che ci serve per stare insieme e per trovare la forza per esigere e conservare i nostri diritti, quello al pane e agli occhi per godere della vita che abbiamo davanti. In un anno abbiamo realizzato 56 murales, venti laboratori, due mostre, un romanzo.

Qui la mappa di quanto realizzato ad oggi:

Primavalle è bella, quando si fanno le cose insieme, noi, persone della strada.

Vi chiediamo di sostenerci, vi ricambieremo con la poesia, la bellezza e attimi di riflessione che ci faranno più forti, come lo scorso anno ci hanno fatto grandi i lavori del primo Festival di Primavalle e di quello al Santa Maria della Pietà, Caleidoscopio.

Lo scorso anno la campagna di finanziamento ha in parte funzionato, ma, quest’anno, se vogliamo fare il salto di qualità dovremo avere degli sponsor e raccogliere il doppio dei soldi: il nuovo obiettivo è raggiungere i 3.000 euro.

Con questi soldi organizzeremo delle stazioni artistiche da L.go Millesimo a Piazza Mario Salvi. Raseremo il muro di via Ascalesi, che poi dipingeremo, realizzeremo 4 facciate, due spettacolari interventi di pittura a terra, delle gallerie all’aperto di arte da rubare, daremo spazio al lettering, ai poster, alla poesia di strada, ai racconti collettivi e al teatro.

Qui la mappa dei luoghi:

Proietteremo dei film, organizzeremo tre incontri critici con gli artisti nei lotti e formeremo degli abitanti (due ex pazienti psichiatrici e sei disoccupati) per condurre dei tour tra le opere tutto l’anno.

Nelle prime due settimane di settembre poi, in collaborazione col Museo Crocetti, presenteremo la mostra “Io scrivo sui muri”, che vedrà il contributo di venti artisti di strada molto importanti sulla scena nazionale e internazionale.

Noi ci autotasseremo (i primi 300 euro vengono dalla vendita del romanzo che abbiamo prodotto, altri verranno dalla vendita di stampe numerate e ritoccate a mano, litografie, poster, magliette), ma senza di voi non ce la possiamo fare. Lo scorso anno anche le quote da 10 euro sono state fondamentali!

Le ricompense verranno consegnate a mano durante lo svolgimento del festival.

Nei prossimi giorni lanceremo l’open call per gli artisti più giovani.

Il Festival si svolgerà parallelamente e in accordo con la festa Vengo da Primavalle.